martedì 21 aprile 2015

Da oggi Google premia i siti mobile friendly

Sempre più utenti utilizzano il proprio smartphone per connettersi ad Internet e Google ha deciso di favorire i siti mobile friendly, grazie ad un nuovo algoritmo che privilegerà la loro posizione nei risultati di ricerca.

google mobile friendly
Da oggi Google mette in moto il nuovo algoritmo che premia i siti mobile friendly.


Oggi, 21 aprile 2015, è una data storica per Google e per gli esperti di SEO, l'insieme di tecniche che permette di migliorare la visibilità di un sito sui motori di ricerca. Era infatti già stato annunciato un po' di tempo fa che oggi Google avrebbe messo in moto il suo nuovo algoritmo, che premia i siti mobile friendly, favorendoli nei risultati di ricerca a discapito di quelli non ottimizzati per i dispositivi mobile.

Perché Google premia i siti mobile friendly

A Google il mobile friendly piace, e anche molto, altrimenti non avrebbe cambiato il suo algoritmo probabilmente. La motivazione è tutto tranne che romantica però. Diversi studi hanno dimostrato come ormai, a livello globale, il 60% del traffico online è generato da dispositivi mobile e si arriverà secondo le stime al 70% nel 2020. Google inoltre dal 2012 ha triplicato la sua raccolta pubblicitaria dal mobile, arrivando a 6,3 miliardi. Tutto questo ha spinto l'azienda a cercare di offrire un servizio migliore rivolto al segmento del mobile.

È in arrivo il Mobilegeddon?

google mobile friendly mobilegeddon
I siti che non sono ancora mobile friendly dovranno adeguarsi se non vorranno perdere la posizione acquisita.


Chi si occupa di SEO ha ribattezzato questa novità di Google come Mobilegeddon, ovvero la fine per tutti quei siti che non sono ancora mobile friendly. In realtà per il momento, il nuovo algoritmo favorirà la visibilità dei siti ottimizzati per i dispositivi mobile, solo per le ricerche effettuate tramite smartphone, mentre i risultati dovrebbero restare invariati per quelle fatte tramite tablet e desktop. Pare però, secondo voci di corridoio, che questo cambiamento coinvolgerà anche gli altri dispositivi, se non subito quantomeno prossimamente. Il nuovo algoritmo avrà sicuramente un forte impatto per le aziende e le attività che hanno ovviamente interesse ad essere trovate su Google e che dovranno quindi adattarsi, se ancora non l'hanno fatto, al mobile friendly. Secondo la società di ricerca SumAll, il 67% delle prime cento aziende classificate da Fortune non è ancora mobile friendly. Anche in Italia molte aziende ed enti dovranno adeguarsi. Per fare qualche esempio, il sito del Governo Italiano non è mobile friendly, come anche quello dell'Agenzia delle Entrate, di 8 università su 10 e il 65% delle aziende quotate in borsa.

Come sapere se un sito è mobile friendly

Google però è generoso e vuole salvare tutti dal Mobilegeddon. Per questo ha messo a disposizione un servizio per capire se il proprio sito è mobile friendly. Una volta che avrete avviato l'analisi, Google vi permetterà di osservare come gli utenti vedono il vostro sito sul dispositivo mobile. Se l'esito dell'analisi sarà invece negativo, il servizio vi dirà quali sono gli errori che dovreste correggere per farlo diventare mobile friendly. Alcune delle caratteristiche che rendono un sito ottimizzato per il mobile sono:
  • la possibilità di leggere il testo senza ricorrere allo zoom
  • i pulsanti e i link non devono essere troppo vicini e devono essere semplici da selezionare
  • non deve essere utilizzata la tecnologia Flash
  • si deve evitare lo scrolling orizzontale della pagina

google mobile friendly
L'anno scorso Google aveva introdotto l'etichetta per riconoscere i siti mobile friendly.


In realtà Google aveva premiato queste buone pratiche già l'anno scorso, con l'introduzione dell'etichetta “mobile friendly” nella visualizzazione dei risultati di ricerca. Allora però l'utente poteva solo sapere, mentre scorreva la SERP (la pagina dei risultati), se i siti che vedeva erano mobile friendly o meno, ma l'ordine con cui comparivano era basato sul vecchio algoritmo.



Sempre più utenti, sia a livello globale che in Italia, utilizzano il proprio smartphone per navigare su Internet e per questo Google ha deciso di premiare i siti che offrono un servizio di qualità in questo settore. E voi, vi collegate più spesso dal mobile o dal pc? Fate attenzione che i siti siano mobile friendly quando utilizzate lo smartphone?




Photocredits: